AUTODICHIARAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47

D.P.R. 28 DICEMBRE 2000, N. 445

Il sottoscritto __________________________________, nato il ______________________ a _________________________, residente in ___________________________, via_______________________, identificato a mezzo _____________ nr. ______________ utenza telefonica _____________________, consapevole delle conseguenze  penali previste in caso di dichiarazioni mendaci a pubblico ufficiale (art 495 c.p.)

DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ

  • Di essere in transito da _____________  proveniente da___________________ e diretto a_______________________ ;
  • Di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio di cui all’art. 1, lett. a) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 concernente lo spostamento delle persone fisiche in entrata, in uscita, nonché all’interno della regione Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, nonché delle sanzioni previste dall’art. 4, co. 1, dello stesso decreto in caso di inottemperanza (art. 650 C.P. salvo che il fatto non costituisca più grave reato);
  • Che il viaggio è determinato da:
    • comprovate esigenze lavorative;
    • situazioni di necessità;
    • motivi di salute;
    • rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

A questo riguardo, dichiaro che ______________________________________________

_______________________________________________________________________ (LAVORO PRESSO…, STO RIENTRANDO AL MIO DOMICILIO SITO IN….., DEVO EFFETTUARE UNA VISITA MEDICA… ALTRI MOTIVI PARTICOLARI..ETC…)

Data, ora e luogo del controllo

Firma del dichiarante                                                                                L’Operatore di Polizia


Motivazione viaggio Spiegazione
Motivazioni lavorative Spostamento preordinato allo svolgimento di un’attività indispensabile per tutelare un diritto primario non altrimenti efficacemente tutelabile. Ad esempio impossibilità di adottare soluzioni di smart working o se le stesse non sono applicabili al tipo di mansione. Non valgono i diversi lavori sospesi dall’emergenza coronavirus, come i “servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche”
Motivazioni mediche Casi in cui l’interessato debba spostarsi per sottoporsi a terapie o cure mediche non effettuabili nel comune di residenza o di domicilio”
Situazioni di necessità Andare a fare la spesa per acquistare generi di prima necessità.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento